Sei in: Comune di Spotorno > Scienza Fantastica 28-31 luglio 2016

Scienza Fantastica 28-31 luglio 2016

SCIENZA FANTASTICA

PRESENTATO IL TEMA LETTERARIO DELLA PROSSIMA EDIZIONE

Cari amici, fanti dello spazio, allievi padawan, maestri jedi e cadetti della flotta stellare…si è chiusa la quarta rassegna di Scienza Fantastica in compagnia del Mufant, Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino. Alla serata era presente anche il vincitore del premio omonimo, Fabrizio Marchesano, con il suo racconto “La lezione di musica che salvò il mondo”, scaricabile dal sito internet del Comune di Spotorno.

E allora quale sarà il tema letterario della prossima edizione?
Eccolo..

“MARTE, IL PIANETA ROSSO”
Marte è il quarto pianeta a partire dal Sole. Orbita attorno al Sole a una distanza media di 228 milioni di km, una volta e mezzo la distanza della Terra, quindi eventuali visitatori umani lo troverebbero molto freddo. Sebbene le estati nei pressi dell’equatore possano essere piuttosto tiepide, la temperatura media è di 63 gradi Celsius sotto lo zero, simile agli inverni in Antartide. I primi uomini su Marte dovranno affrontare anche altri problemi. L’aria è circa 100 volte meno densa rispetto alla Terra ed è composta per la maggior parte da biossido di carbonio. Gli esploratori umani dovranno indossare maschere a ossigeno e tute speciali ogni volta che usciranno dalle proprie abitazioni sigillate.

1_Segment_Mars-1440x810

Nei prossimi due anni si tratterà sempre più l’argomento Marte: la missione ExoMars 2016 porterà nell’orbita di Marte la navicella Trace Gas Orbiter (TGO) ed il lander EDM (Entry Descent and Landing Demonstrator Module), battezzato “Schiaparelli” in onore dell’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli. EDM atterrerà sul pianeta ad ottobre 2016, consentendo anche all’Europa e all’Italia di “atterrare” su Marte. La seconda fase della missione, ExoMars 2018, porterà sul pianeta il primo rover europeo.

exomars1 (1)

Marte viene spesso chiamato il ‘pianeta rosso’ perché nel cielo notturno appare come una stella arancione-rossa. Il colore spinse gli antichi greci e romani a chiamarlo come il loro dio della guerra. Oggi, grazie ai satelliti esplorativi e scientifici, sappiamo che l’aspetto del pianeta è dovuto alla prevalenza della ruggine nelle rocce marziane. Ma ciò non limita la nostra immaginazione: rosso come il cuore, rosso come il sangue.
Nella mitologia classica Marte è maschio, Venere femmina.
La Terra è nata dal loro incontro?
Scrivere storie su Marte, riflettendo e liberando la fantasia, sarà un pò come soffiare in poppa alla missione EXoMars nel suo immenso viaggio, augurandogli buona fortuna.

E a tutti voi, lunga vita e prosperità!
Scienza Fantastica tornerà..

___

30 luglio 2016

MUFANT E ASITAF 

proseguono l’esposizione in Sala Convegni Palace

Prosegue ancora per sabato 30 e domenica 31 luglio l’esposizione in Sala Convegni del MuFant e AsiTaf, due preziose collaborazioni che già dallo scorso 2015 sono entrate nell’universo Scienza Fantastica.

Cosa espone MuFant? Mufant è Museo del Fantastico e della Fantascienza e ci propone tre aree tematiche: Pulp, Star Wars e Star Trek.

Lo sviluppo della fantascienza americana come un genere consapevole inizia 1926, quando in aprile uscì il primo numero della rivista Amazing Stories, fondata da Hugo Gernsback e dedicata esclusivamente a racconti di fantascienza. Benché fossero state pubblicate già in precedenza delle riviste riguardanti questo genere in Svezia e in Germania, Amazing Stories è stata la prima rivista in lingua inglese specializzata solo in fantascienza. Essendo rilevante per avere usato per la prima volta il termine scientifiction (da cui science fiction) per descrivere questo genere incipiente, la fase dello sviluppo del genere, il suo nome e il termine scientifiction sono spesso visti come indissolubilmente legati. Per quanto Gernsback incoraggiasse storie scientificamente realistiche per educare i suoi lettori sui principi scientifici, tali storie condivisero le pagine della rivista con storie emozionanti con scarse basi nella realtà.

amazing_stories_1926_04_a

IMG_20160728_184013

IMG_20160727_200906

Pubblicate in questa e altre riviste pulp dal crescente successo, tali storie di scientifiction non erano viste come letteratura seria, ma come sensazionalismo. Malgrado questo, una rivista interamente dedicata alla fantascienza costituì un grande impulso alla consapevolezza del pubblico verso le storie di speculazione scientifica. Tra le altre riviste pulp concorrenti di Amazing Stories vi erano Weird Tales (che pubblicava in primo luogo storie fantastiche), Astounding Stories e Wonder Stories.Fu nell’epoca di Gernsback che nacque il fandom della fantascienza, per mezzo della colonna delle “Lettere al direttore” di Amazing e dei suoi concorrenti.

Guerre stellari la saga cinematografica creata da George Lucas a partire dal 1977, costituisce il più importante fenomeno di fantascienza pop dell’epoca contemporanea. Dagli anni settanta ad oggi l’immaginario culturale è stato letteralmente invaso dalle storie dei personaggi della saga, in infinite forme: film,fumetti, romanzi, action figures, cosplay, musica, teatro, produzioni di fandom, etc.
Il MUFANT dedica alla saga, oltreché il salone d’ingresso, un’ampia sezione che raccoglie oggetti e materiali delle più svariate provenienze.

IMG_20160727_195153

Star Trek è forse la più nota serie televisiva di genere fantascientifico, ideata da Gene Roddenberry. Trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti a partire dal 1966, ha dato origine, nel corso di quasi cinquanta anni, ad altre cinque serie televisive e tredici film. Racconta le avventure spaziali dell’equipaggio della nave stellare Enterprise intento a “esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà, per arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima”.

IMG_20160727_194951

Asitaf, Associazione Italiana Astrofilatelici, propone una serie di pannelli che riguardano l’Italia nello spazio.

La mostra, che si articola in 20 pannelli. ripercorre la storia di oltre 50 anni di successi dell’Italia nello spazio.
La storia dello spazio in Italia inizia nei primi anni ’60 con il progetto San Marco: il primo satellite ad essere interamente costruito e lanciato da una nazione dell’Europa Occidentale. Con il lancio di San Marco il 15 dicembre 1964, l’Italia diventò il quarto Paese dopo URSS, USA e Canada, ad avere un proprio satellite e il terzo ad averlo lanciato in autonomia, con tec-
nici propri. Per celebrare il 50° anniversario del lancio, l’Italia – su richiesta di ASITAF – ha dedicato a San Marco un francobollo della serie tematica “Le Eccellenze del Sapere”.
Il nostro Paese è stato molto attivo nei primi anni ’60, partecipando alle iniziative di ELDO (Woomera) ed ESRO (Salto di Quirra) che portarono alla formazione dell’Agenzia Spaziale Europea.
L’industria aerospaziale Italiana ha saputo inserirsi molto bene non solo nel settore dei satelliti scientifici, dove ha accumulato primati e realizzazioni di prestigio, ma anche nel “volo umano, dove vanta la leadership nella produzione di volumi pressurizzati abitabili.
Oltre il 50% degli spazi abitabili della Stazione Spaziale Internazionale sono stati prodotti in Italia.

Significativa è la presenza italiana nel Corpo Astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea.
In questi venticinque anni, sette astronauti italiani hanno volato nello spazio in 10 diverse missioni:
– Franco Malerba, il primo astronauta italiano;
– Umberto Guidoni, il primo astronauta europeo sulla ISS;
– Maurizio Cheli, il primo Mission Specialist non-americano sullo Shuttle;
– Roberto Vittori, Il primo italiano a volare sulla Soyuz;
– Paolo Nespoli, primo italiano a svolgere una missione spaziale di lunga durata;
– Luca Parmitano, primo astronauta italiano a compiere una “passeggiata spaziale”;
– Samantha Cristoforetti, la prima astronauta italiana.

01

____

29 luglio 2016

SCIENZA FANTASTICA CONTINUA:

dopo Anselmo Roveda , Paolo Nespoli e Gabriella Greison

domani 30 luglio avremo Franco Malerba, primo astronauta italiano.

Cari amici, si giunge quindi al “giro di boa” della rassegna Scienza Fantastica.

Abbiamo iniziato il 28 luglio con Anselmo Roveda, presidente della giuria del premio letterario, e la premiazione dei vincitori del concorso letterario omonimo. Il podio, ricordiamo, è il seguente:

1° classificato: “La lezione di musica che salvò il mondo” di Fabrizio Marchesano;

2° classificato: “Fotosintesi”, di Marco Bindi;

3° classificato: “La virgola”, di Marcella Roba.

Scarica da qui i racconti vincenti:
http://www.comune.spotorno.gov.it/…/premio-scienza-fantast…/

podio_sf16(da sinistra a destra: Anselmo Roveda, Gian Luca Giudice – Ass. Cultura Comune di Spotorno – Fabrizio Marchesano, Marco Bindi, Marcella Roba)

Poi il 29 luglio, al mattino, ancora Anselmo Roveda, ci ha tenuto compagnia con una “Colazione galattica” presso la biblioteca civica.

IMG_20160729_092058

Si è proseguito nel pomeriggio con un contatto skype con l’astronauta Paolo Nespoli, attualmente in addestramento presso il sito di Star City in Russia (Mosca). Il collegamento è avvenuto in Sala Convegni Palace, in presenza di alcuni invitati, grandi e piccoli, che hanno ascoltato l’astronauta e hanno posto anche alcune domande. Un grazie ad Umberto Cavallaro (Asitaf) e a Paolo Nespoli per questi momenti fantastici.

IMG_20160729_181427

IMG_20160729_182630

Scienza Fantastica poi ha presentato in serata del 29 luglio lo spettacolo “Monologo Quantistico”, di Gabriella Greison. Si tratta del racconto romanzato delle storie, gli aneddoti, le vicende più curiose dei fisici del XX secolo, quando si trovavano a Bruxelles nel 1927 per creare nuove teorie, nuove idee, nuove pensate che avrebbero fatto nascere la fisica quantistica.
La serata si è chiusa con l’osservazione astronomica di pianeti, stelle e della ISS (International Space Station) grazie al telescopio messo a disposizione dalla Associazione Astrofili Orione, a cura di Ugo Ghione.

Appuntamento allora a domani 30 luglio, con il laboratorio per ragazzi a cura di Roberto Giannotti, alle ore 17.00 presso la biblioteca. E in serata, alle ore 21.00, incontro con l’astronauta Franco Malerba in piazza della Vittoria!

La partecipazione è sempre gratuita! Vi aspettiamo!

___

PREMIO SCIENZA FANTASTICA 2016

SUL PODIO FABRIZIO MARCHESANO

Spotorno, data stellare 28.07.16

Al termine della conferenza “Così fantastica, così reale. Scrivere fantascienza, leggere la realtà”, è stata svelata al pubblico la classifica finale del premio Scienza Fantastica 2016. Il presidente della giuria, Anselmo Roveda, ha così relazionato al termine del suo interessante intervento:

«I tre racconti che raggiungono il podio in questa edizione del premio sono tutti di buona fattura, difficile scegliere. Se una qualità li accomuna è la capacità dei loro autori, pur nella diversa dimestichezza con la resa di una prosa fluida e coinvolgente, di indagare in profondità l’animo umano di fronte all’altro da sé, i suoi timori e le sue speranze nell’incontro con un altro che in questo caso è addirittura alieno.

roveda_sf16

In modi differenti i tre autori si interrogano sui limiti e sugli slanci della razza umana, sulla sua reale capacità di far fronte al futuro. Una tensione per certi versi ecologica, in senso ampio, interessa più o meno tutti i racconti. E pur confrontandosi con un tema assai bazzicato nella fantascienza – tanto in letteratura quanto nelle altre arti, basti pensare al cinema – gli autori sono stati capaci altresì di introdurre elementi di originalità: penso all’uomo di fronte a un’intelligenza di calcolo straordinaria ma pur sempre ingannabile, almeno apparentemente, come in “La virgola”; penso all’apologo sul rapporto dell’uomo con il pianeta e la natura in “Fotosintesi”; penso al fraintendimento con gli alieni, giocato su registri che richiamano la migliore tradizione dei racconti ‘imprevisti’ di Roald Dahl o le fonti letterarie, Rod Sterling, della serie tv cult ‘Ai confini della realtà’, come nel divertente eppure serio “La lezione di musica che salvò il mondo”.

Testo, quest’ultimo, al quale va il primo premio, per il gusto genuino e immaginifico e la buona scrittura; seguito da “Fotosintesi”, originalissimo apologo ottimamente scritto, e, in terza posizione, da “La virgola”, inquietante e pertinente narrazione che ci pone di fronte alla molteplicità dei destini possibili.»

 

Qui sotto puoi scaricare i racconti:

1° classificato: “La lezione di musica che salvò il mondo” di Fabrizio Marchesano, La_lezione_di_musica_che_salvo_il_mondo

2° classificato: “Fotosintesi”, di Marco Bindi, Fotosintesi

3° classificato: “La virgola”, di Marcella Roba, La virgola

Scienza Fantastica continua, appuntamento in Sala Palace alle ore 18.00 (oggi 29 luglio) per il collegamento skype con l’astronauta Paolo Nespoli. In serata, dalle ore 21.00, avremo in Piazza della Vittoria lo spettacolo “Monologo quantistico”, di Gabriella Greison. Partecipazione libera e gratuita.

SF_16_vincitori

SF16, da sinistra a destra: Anselmo Roveda, presidente giuria, Gian Luca Giudice (Ass. alla Culrura), Fabrizio Marchesano, Marco Bindi, Marcella Roba.

___

21 Luglio 2016 – Scienza Fantastica 2016

Svelati i nomi degli autori dei tre racconti finalisti del premio nazionale Scienza Fantastica dedicato ai brevi racconti di fantascienza

La classifica verrà resa nota nella serata inaugurale di Scienza Fantastica, giovedì 28 luglio alle ore 21.00 presso la Sala Convegni Palace di Spotorno. Intanto il presidente della giuria del Premio Scienza Fantastica, lo scrittore e giornalista Anselmo Roveda, ci svela i nomi dei tre autori finalisti, in ordine alfabetico:

Così ci spiega il presidente della giuria Anselmo Roveda:

“I tre racconti che raggiungono il podio in questa edizione del premio sono tutti di buona fattura, difficile scegliere. Se una qualità li accomuna è la capacità dei loro autori, pur nella diversa dimestichezza con la resa di una prosa fluida e coinvolgente, di indagare in profondità l’animo umano. In modi differenti i tre autori si interrogano sui limiti e sugli slanci della razza umana, sulla sua reale capacità di far fronte al futuro. Una tensione per certi versi ecologica, in senso ampio, interessa più o meno tutti i racconti. E pur confrontandosi con un tema assai bazzicato nella fantascienza – tanto in letteratura quanto nelle altre arti, basti pensare al cinema – gli autori sono stati capaci altresì di introdurre elementi di originalità: penso all’uomo di fronte a un’intelligenza di calcolo straordinaria ma pur sempre ingannabile, almeno apparentemente, come in “La virgola”; penso all’apologo sul rapporto dell’uomo con il pianeta e la natura in “Fotosintesi”; penso al fraintendimento con gli alieni, giocato su registri che richiamano la migliore tradizione dei racconti ‘imprevisti’ di Roald Dahl o le fonti letterarie, Rod Sterling, della serie tv cult ‘Ai confini della realtà’, del divertente eppure serio “La lezione di musica che salvò il mondo”.

Quindi appuntamento giovedì 28 luglio per l’inaugurazione della Rassegna Scienza Fantastica!

___

20 Luglio 2016 – Sulla rampa di lancio Scienza Fantastica

Ecco il programma della prestigiosa rassegna di scienza e fantascienza,

SPOTORNO, dal 28 al 31 LUGLIO 2016

In programma 4 giornate di intensi appuntamenti, all’insegna della scienza e fantascienza, dal 28 al 31 luglio 2016.

5x1_800

Si inizia giovedì 28 luglio con una anteprima di Scienza Fantastica nel pomeriggio alle ore 17.00 con la presenza di Marcella Roba, vincitrice della scorsa edizione. Verrà presentato, in Sala Convegni Palace, il suo romanzo “Leaving Agònia”. A seguire premiazione del concorso artistico riservato agli alunni della scuola secondaria di primo grado di Spotorno.

Subito dopo, alle 18.00 sempre in Sala Convegni, è previsto l’annullo filatelico di Poste Italiane della cartolina realizzata dal vignettista Roberto Giannotti. L’annullo è curato dal Circolo Filatelico Spotornese.

Alle ore 21.00, in Sala Convegni Palace, si avrà l’inaugurazione ufficiale della Rassegna con la conferenza di Anselmo Roveda, giornalista e scrittore: “Così fantastica, così reale. Scrivere fantascienza, leggere la realtà”.

roveda_web

Contestualmente inaugura anche il percorso espositivo a tema Star Trek proposto dal MuFant, Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino. Inoltre la Sala Convegni ospiterà la collezione “Italia nello spazio”, una serie di pannelli, curati dall’Associazione Italiana di Astrofilatelia, inerenti il percorso dell’Italia nel settore astronautico, a partire dal lancio del satellite San Marco nel 1964 fino ai giorni oggi. In una ventina di capitoli viene percorsa la storia astrofilatelica italiana, proponendo gli annulli dell’epoca correlati con splendide immagini e commenti ed in particolare ad ogni astronauta italiano viene dedicato un pannello.

Al termine della conferenza di Roveda ci sarà la premiazione della quarta edizione del concorso nazionale per brevi racconti di fantascienza “Scienza Fantastica”. La mostra sarà aperta tutte le sere della rassegna, dalle ore 21 alle 23.

Venerdì 29 luglio, dalle ore 9 alle 10, presso la Biblioteca Civica, avremo una “Colazione Galattica” ancora con Anselmo Roveda, che presenterà il suo libro per ragazzi “Missione Vesta“, tra biscotti e curiosità insieme allo scrittore.

In serata, in piazza della Vittoria, avremo Gabriella Greison con il “Monologo Quantistico”, scritto e ideato da lei. Si tratta del racconto romanzato delle storie, gli aneddoti, le vicende più curiose dei fisici del XX secolo, quando si trovavano a Bruxelles nel 1927 per creare nuove teorie, nuove idee, nuove pensate che avrebbero fatto nascere la fisica quantistica. Saprete tutto di Einstein, Schrodinger (e il suo gatto), Dirac, Heisenberg, Bohr e tutti gli altri. Un’ora e venti di monologo mozzafiato, che ipnotizza tutti, ma proprio tutti quelli che lo ascoltano. GabriellaGreison parte dalla famosa foto scattata a Bruxelles nel 1927, la foto in bianco e nero, che aveva 29 persone in posa, quasi tutti fisici, 17 erano o sarebbero diventati premi Nobel, e grazie alle sue ricerche avvenute a Bruxelles ricostruisce tutto di quel periodo.
Dalla stagione 2016/2017 diventa un vero e proprio spettacolo teatrale “1927 MONOLOGO QUANTISTICO” di e con GabriellaGreison, con la produzione del Teatro Menotti di Milano. Le prime date saranno il 27 ottobre alla Sala Umberto di Roma e il 4 novembre al Teatro Menotti di Milano.

gabriella greison

La serata si chiuderà con l’osservazione astronomica di pianeti, stelle e della ISS (International Space Station) grazie al telescopio messo a disposizione dalla Associazione Astrofili Orione, a cura di Ugo Ghione. Ritrovo in passeggiata a mare antistante la Sala Convegni Palace.

Sabato 30 luglio la rassegna continua con il laboratorio per ragazzi ispirato al tema del concorso nazionale Scienza Fantastica, “Il primo contatto”, a cura del vignettista Roberto Giannotti. I posti sono limitati, per cui sarà necessaria la prenotazione presso la Biblioteca Civica.

In serata, in piazza della Vittoria, Scienza Fantastica ha il piacere e l’onore di presentare, con il supporto dello scrittore Umberto Cavallaro, l’astronauta Franco Malerba: primo astronauta italiano a volare nello spazio a bordo della missione STS-46, dal 31 luglio al 7 agosto 1992, imbarcato a bordo dello Space Shuttle Atlantis come scienziato di bordo. Nella serata spotornese l’astronauta Malerba relazionerà il pubblico con la sua conferenza “Il futuro dell’esplorazione spaziale”. Il 25° anniversario della missione di Franco Malerba nello spazio, il debutto dell’Italia astronautica, rappresenta un’occasione da non perdere per proporre finalmente una riedizione del suo libro La Vetta. Quest’opera, ormai esaurita nelle librerie da molti anni, ma ancora richiesta, era diventata un oggetto cult per gli appassionati. La Vetta rimane un testo piacevolmente seducente a distanza di anni e, leggendolo, chiunque può scoprire le complessità e le meraviglie del viaggio nello spazio, ancora del tutto attuali nelle missioni di oggi.

 

malerba franco

Domenica 31 luglio sarà il giorno dedicato interamente alla fantasia e alla fantascienza. Sarà ancora possibile visitare il percorso espositivo astrofilatelico e fantascientifico presso la Sala Convegni, dalle 21 alle 23. Contestualmente alle ore 21, sempre in Sala Convegni, Davide Monopoli e Silvia Casolari del MuFant terranno la conferenza conclusiva della rassegna: “La dove nessuno è mai giunto prima”, un tributo ai 50 anni di Star Trek.

star-trek

Inoltre verrà presentato il tema del concorso letterario Scienza Fantastica della prossima edizione 2017, per fornire già uno stimolo ai futuri partecipanti.

Durante la rassegna Scienza Fantastica è previsto un contatto Skype con l’astronauta Paolo Nespoli, attualmente assegnato alla base Star City, centro di addestramento e ricerca spaziale vicino alla città di Mosca.

nespoli2

Il 26 giugno 2015 Paolo Nespoli è stato assegnato all’equipaggio di Expedition 52/53 insieme al cosmonauta Fëdor Jurčichin e all’astronauta NASA Jack Fischer. Nespoli dovrebbe raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale a bordo della Sojuz MS-05 con un lancio presumibilmente verso maggio 2017.

Scarica qui la locandina della rassegna Locandina SF16

Scarica qui il programma della rassegna Pieghevole_SF16_Fronte e qui Pieghevole_SF16_Interno

70x100

____________________________________

Scienza Fantastica 2016

Rassegna di Scienza, Fantascienza e dintorni

Due nuovi concorsi per l’edizione 2016 di Scienza Fantastica:

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE

Una traccia: Il primo contatto

“Se fossimo davvero soli nell’universo sarebbe un gran spreco di spazio”: questa una frase del grande scrittore e scienziato Isaac Asimov.

Oggi, secondo la maggior parte degli scienziati e analisti, la divulgazione dell’eventuale prova dell’esistenza di organismi extraterrestri avrebbe, sull’opinione pubblica mondiale, un impatto superiore a qualsiasi altra scoperta: la consapevolezza di non essere al centro dell’universo, infatti, implicherebbe un notevole cambiamento culturale.

L’attuale scenario potrebbe essere riassunto in tre grandi ipotesi:

– Gli alieni sono già arrivati sulla Terra, ma si nascondono oppure le autorità sono a conoscenza della loro presenza ma mantengono il segreto.

– Gli alieni esistono, ma non si sono ancora messi in contatto con noi o siamo noi che non siamo capaci di leggere i loro segnali.

– Gli alieni non esistono.

La prima ipotesi è intrigante, ma priva di prove oggettive, anche se storie di presunti contatti esistono dalla notte dei tempi e, in tempi più moderni, gli avvistamenti di UFO hanno riempito le pagine dei quotidiani di tutto il mondo.

Se invece fosse reale la seconda, sorgono naturali e legittime domande.
Saranno gli uomini del futuro, a bordo di avveniristiche astronavi stellari, a scoprire nuove e strane forme di vita?
Oppure saranno prima “Loro” a scendere sul nostro pianeta, giungendo dai più remoti angoli dell’universo?
Se proprio la nostra generazione vivesse il cosiddetto “Primo Contatto”, quali sarebbero le reazioni?
Secondo alcuni teorici, una società avanzata tecnologicamente al punto di essere in grado di viaggiare fra le stelle deve aver superato l’incertezza etico-morale che da sempre affligge l’umanità, diventando pertanto una società benevola e non aggressiva.
Altri sposano, invece, la scuola di pensiero secondo cui, inevitabilmente, quando una società tecnologicamente avanzata ne incontra un’altra più arretrata, alla seconda non resta che un’opzione: soccombere; in questo caso diventerebbe plausibile la teoria dello scrittore Greg Bear, secondo cui non abbiamo ancora notizia di civiltà aliene perché l’universo è un ambiente altamente pericoloso e competitivo, in cui l’unico modo per sopravvivere è nascondersi.

E se invece fosse vera la terza ipotesi? Se fossimo davvero soli nell’universo? Paradossalmente, tra tutti, questo potrebbe essere lo scenario più agghiacciante.

La questione resta aperta e, all’improvviso, potrebbe diventare di stretta attualità…

scarica bando concorso letterario 2016 e MODULO ISCRIZIONE

banner-club.it

CONCORSO ARTISTICO

rivolto agli alunni della scuola secondaria di primo grado di Spotorno – Noli

Frequenti la scuola secondaria
di primo grado
dell’Istituto Comprensivo
di Spotorno?

Ti piace disegnare, dipingere, fare collages?

Allora il concorso artistico
“Scienza Fantastica” fa per te!

Partecipare non costa niente e puoi vincere uno dei tre premi in palio…

Cosa devi fare?

 

 

 

scarica il bando concorso artistico ragazzi 2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credits Edinet - Realizzazione Siti Internet Savona